Cosa non fare sulla pagina facebook

Pagina Facebook aziendale: cosa non devi proprio fare [Prima Parte]

Abbiamo sempre dato consigli su come creare interazione sulla propria Pagina Facebook, come migliorare la reputazione online e come aumentare il numero dei fan. Ma questa volta vogliamo parlarti di ciò che invece sarebbe opportuno evitare di fare.

La gestione della Pagina Facebook aziendale non è un compito semplice che chiunque può fare. C’è chi è portato e c’è chi invece ha bisogno di una dritta e di alcuni consigli. Improvvisarsi social media manager senza avere la benché minima idea del ruolo e delle attività ad esso associate può compromettere la reputazione online della tua attività. Abbiamo sintetizzato in questo articolo le azioni assolutamente da NON fare sulla Pagina Facebook.

1. Non avere un piano editoriale

Quando non hai un piano editoriale pubblichi “a briglie sciolte”, come e quando ti va e senza un reale obiettivo da perseguire.
La cosa più saggia da fare invece è fissare dei punti, stabilire gli obiettivi per ciascun contenuto da postare, il quantitativo dei post da pubblicare e infine decidere quando (in quale giorno e a quale ora) devono essere online. La programmazione editoriale di una Pagina Facebook, così come un blog, deve essere regolare e costante nel tempo. A poco serve pubblicare 5 contenuti nello stesso giorno e poi rimanere inattivi per una settimana. Questo genere di errore porta inconsapevolmente all’allontanamento da parte dei fan che alcuni giorni saranno travolti da post della tua Pagina e in altri si dimenticheranno anche della tua esistenza.
Per non compromettere il successo e la buona riuscita della Pagina Facebook aziendale devi invece redigere un piano editoriale che preveda contenuti variabili (post, immagini, caroselli, articoli, ecc.) in specifici giorni e in determinate ore, in genere quando i tuoi fan sono più attivi e ricettivi. Per scoprire quando i tuoi utenti sono più motivati a interagire con i tuoi post, ti rimandiamo ad un nostro precedente articolo.

2. Scrivere post troppo lunghi

Non c’è una giusta lunghezza da rispettare, però ciò che è sicuro, è che i contenuti troppo lunghi sono sconsigliati.
In genere i post che ricevono maggiore interazione (parlo di like, commenti e condivisioni) sono quelli che non superano le 80 parole. Pubblicando post corposi con l’obiettivo di catturare l’attenzione dei lettori si ottiene il risultato contrario: allontanare e perdere i fan.Gli utenti di Facebook sono sicuramente molto più propensi a restare sulla piattaforma rispetto agli utenti di altri canali social (Twitter ad esempio che è molto più veloce), ma non sono comunque disposti a dedicare troppo tempo a contenuti impegnativi. In più è risaputo che la soglia di attenzione di un utente cala drasticamente dopo i primissimi minuti, a meno che tu non sia in grado di scrivere qualcosa in grado di catturare e mantenere i tuoi fan incollati al tuo contenuto. Se così fosse, chapeau!

In caso contrario ricorda sempre una cosa: la giusta misura è nel mezzo. Quindi prova a rimanere su una lunghezza compresa tra le 40 e le 80 parole.

3. Utilizzare la Pagina aziendale come un profilo personale

Dunque, premesso che ognuno è libero di scrivere quello che vuole su una Pagina Facebook, per giunta se ne è l’amministratore, però almeno cerca di separare la tua vita privata da quella professionale.
Spesso, con la scusa di voler “Umanizzare il brand”, “Dare risalto al team” o “Personalizzare e ringiovanire la Pagina Facebook aziendale” si rischia di eccedere un tantino. Che tu sia andato ad un concerto e abbia mangiato al ristorante cinese la sera prima al tuo cliente interessa ben poco. Neanche post sulla tua squadra del cuore sono ben accetti né tantomeno messaggi con un linguaggio offensivo.
Non dimenticare mai che Facebook è una piattaforma di svago se lo usi da utente e con razionalità, ma per la tua attività, è uno strumento professionale per conoscere i tuoi clienti e interagire con loro e come tale va utilizzato.

4. Ignorare i fan che ti contattano

Crescere per numero di fan è una grande impresa, ma il vero successo è mantenerli. Sempre più gli utenti tendono a contattare le aziende sulle diverse piattaforme social, Facebook in particolar modo, perché più immediate e meno formali rispetto ad altri servizi di customer care.
Gli utenti che ti contattano per avere informazioni sui tuoi prodotti o sui tuoi servizi si aspettano una risposta in pochissimo tempo quindi rispondere in ritardo o ignorare del tutto le richieste dei fan non è certo una mossa astuta.
Sfrutta al meglio la Pagina Facebook per fare social customer care, “accorcia le distanze” con i tuoi clienti e rendi informale i rapporti al fine di fidelizzare l’utente. Perché ricorda che ogni interazione da parte dei fan ha un valore e va incoraggiata.

Non è finita qui, ce ne sarebbero di consigli da dare, ma adesso sarebbero solo nozioni. Preferiamo che tu metta in pratica prima questi punti prima di passare ai successivi. Buon lavoro!

 

Majeeko.com

Federica Epifani

Pugliese orgogliosa ma da tempo trapiantata a Roma. Dopo aver conseguito la laurea in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d'Impresa ha trovato un faticoso equilibrio in questo nuovo contesto. Sorridente per natura, curiosa per vocazione. Copywriter & Social Media Manager alla ricerca della perfezione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>