majeeko- consigli per la pagina facebook

Pagina Facebook aziendale: cosa non devi proprio fare [Seconda Parte]

Gestendo la Pagina Facebook della tua azienda o del tuo brand, ti capita mai di avere confusione sui post da pubblicare, dubbi sui contenuti da diffondere o la sensazione di sbagliare qualcosa con gli utenti?
Non è il caso di rammaricarsi, del resto, è dai propri errori che si impara. Ma è possibile rimediare per poi alla fine migliorarsi.

Avevamo già iniziato a parlarti di cosa è più opportuno evitare di fare sulla Pagina Facebook aziendale e ti abbiamo lasciato con il fiato sospeso. Abbiamo promesso di darti ulteriori consigli, ed eccoci qua, puntuali come orologi svizzeri.  Nella prima parte di questo articolo ti abbiamo spiegato perché non è opportuno:

1. Non avere un piano editoriale;
2. Scrivere post troppo lunghi;
3. Utilizzare la Pagina aziendale come un profilo personale;
4. Ignorare i fan che ti contattano.

È ora di passare agli ultimi 4 consigli sulle azioni assolutamente da NON fare sulla Pagina Facebook.

5. Nascondere commenti negativi o litigare con gli utenti

Potrebbe succedere che tra tanti clienti soddisfatti, ce ne sia uno scontento e per di più critico.
Quando si ricevono commenti negativi che non ti fanno buona pubblicità, la soluzione istintiva è quella di cancellarne ogni traccia. Ma ahimè, nulla sfugge agli utenti in ascolto. Oscurare un commento, seppur offensivo, non giova alla tua situazione, perché i clienti potrebbero pensare che tu abbia qualcosa da nascondere e prendere per assoluta verità il messaggio nascosto. Con questa azione la tua reputazione potrebbe ribaltarsi totalmente e a quel punto sarà difficile convincerli del contrario.
Del tutto sbagliato è rispondere con arroganza e aggressività ad un commento negativo. In questo modo peggiori solo la situazione scatenando discussioni e polemiche inutili. Ad una critica, mai rispondere a tono. Sii sempre professionale, chiedi il motivo del commento e gestisci la situazione da giudice imparziale. Se reputi il commento uno sfogo esagerato, rispondi spiegando il motivo dell’incomprensione (Vedrai che qualche cliente fedele ti supporterà). In caso contrario, cioè se c’è una ragione di fondo che spinge il cliente a criticare il tuo brand, non ti resta che scusarti pubblicamente chiedendo di abbassare i toni in rispetto degli altri utenti e invitalo a risolvere la questione in una conversazione privata. Questa trasparenza di comunicazione sarà certamente apprezzata da tutti gli utenti.

6. Comprare i “Like”

Ecco, comprare pacchetti di “like” per rendere la tua Pagina Facebook più interessante agli occhi degli utenti (quelli veri) è una pessima idea. Perché? Perché seppur il contatore dei like mostrerà un gran numero di fan, l’engagement sui tuoi post e alla Pagina resteranno sempre e comunque bassi e ciò può compromettere la tua reputazione online. L’utente medio potrebbe chiedersi “Così tanti fan e così poche condivisioni?” quindi penserà che quello che pubblichi non è poi così interessante.
I fan vanno conquistati anche se questa è un’operazione che richiede tempo e lavoro. Sono tanti i meccanismi e le strategie che possono aiutarti ad acquisire fan realmente interessati alla tua Pagina, ai tuoi contenuti e a ciò che offri, e su questi devi puntare. Non lasciarti condizionare dal contatore dei like, come si dice… Meglio pochi, ma buoni!

7. Avere una Pagina Facebook incompleta

Oh, questo devi mettertelo bene in testa: i campi nella sezione Informazioni vanno compilati. L’utente deve sapere che fai, la tua storia e deve poterti contattare in qualche modo. Completa i campi rimasti vuoti che possono essere importanti per chi, per la prima volta, approda sulla tua Pagina perché non trovare nessuna informazione di base è come avere la carta d’identità vuota. Che senso ha?
Quindi se in passato hai voluto lasciare incompleti alcuni campi, adesso è il momento di rendere più interessante e trasparente la tua Pagina aziendale.

8. Pubblicare senza rileggere

Dunque si arriva sempre, prima o poi ad affrontare questo punto. Ciò che può sconvolgere un utente e allontanarlo (se non perderlo del tutto) dalla tua Pagina aziendale non è tanto ciò che scrivi, quanto come lo scrivi. Certo, per distrazione o fretta ci possono essere dei refusi nei post, ma i fan sono disposti a chiudere un occhio, ma ci sono “orrori” grammaticali su cui proprio non si può sorvolare e del resto… si hanno solo due occhi. Quindi attenzione a scivoloni da cui sarà difficile rialzarsi. Ricordati che scrivi per conto del tuo brand, quindi leggi, controlla, correggi e rileggi se possibile, solo alla fine pubblica.

 

Un ultimo consiglio. Non correggere gli errori pur sapendo di commetterli è l’errore più grave. Mi raccomando, cura nei minimi dettagli la tua Pagina aziendale perché i tuoi clienti potenziali potrebbero arrivare in qualunque momento ed è meglio non farsi trovare impreparati.

Majeeko.com

Federica Epifani

Pugliese orgogliosa ma da tempo trapiantata a Roma. Dopo aver conseguito la laurea in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d'Impresa ha trovato un faticoso equilibrio in questo nuovo contesto. Sorridente per natura, curiosa per vocazione. Copywriter & Social Media Manager alla ricerca della perfezione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>