oltre a facebook

Oltre a Facebook c’è di più. Ecco come farsi conoscere fuori dai social

Era il 2004 quando Facebook rivoluzionò il modo di interagire delle persone. Nessun limite orario, nessuna restrizione territoriale e nessun costo di utilizzo hanno reso Facebook il social network più famoso al mondo in grado di mettere in contatto h24 milioni di utenti, vicini e lontani.

Col passare del tempo le funzioni di Facebook si sono estese e i suoi servizi perfezionati ma la sua priorità è rimasta la stessa: favorire l’interazione tra gli utenti. Per assicurarsi un maggior tempo di permanenza dei fruitori sul social, l’algoritmo di visualizzazione nel News Feed, ossia la rilevanza dei contenuti sulla Home degli utenti, è spesso soggetto a modifiche al fine di rendere l’esperienza d’uso sempre più piacevole e interessante per i propri utenti.

L’ultima novità di Facebook è vantaggiosa per gli appassionati del social blu che non intendono perdersi nessun aggiornamento di parenti e amici, ma risulta penalizzante per le aziende che invece vogliono farsi conoscere tramite questo canale, ormai una vera e propria fonte di guadagno per molti brand.

Dal 29 giugno, infatti, Facebook privilegia i contenuti pubblicati da amici e familiari posizionandoli in cima alla bacheca di ogni utente. Prima che fosse attuata questa sostanziale modifica era necessario cliccare personalmente su “segui” o “mostra per primi” sul profilo dell’amico. Ora invece, Facebook dà automaticamente maggior visibilità ai contenuti postati da quelle persone che si apprezzano di più, mostrando tutti gli aggiornamenti. Brevemente: più commenti o interagisci (cliccando like o su una reactions) con un contatto, più Facebook valuta importante, per la tua esperienza sul social, quella persona, mostrandoti tutti i suoi post nella tua Home.

Cosa devi fare se hai una Pagina Facebook?

Le modifiche al News Feed di Facebook mutano il modo di accedere alle informazioni e ai contenuti delle persone e trasformano notevolmente anche il modo di comunicare dei brand.
Cresce sempre più il numero di aziende, dalla PMI al noto brand internazionale, che sfrutta le potenzialità di Facebook per le proprie strategie di marketing.
Con il nuovo algoritmo però, i contenuti della tua Pagina Facebook potrebbero essere “scavalcati” da altri post o non essere per niente visualizzati.
Per ovviare a questo probabile rischio è consigliabile alternare contenuti aziendali a contenuti di intrattenimento che puntino alla mera condivisione, così da ricevere maggiore interazione ed essere, secondo il nuovo algoritmo, mostrati nei primi aggiornamenti dell’utente.
Probabilmente questo cambio di programmazione non basterà per ottenere la visibilità a cui eri esposto precedentemente. Per questo è sempre bene affiancare una Pagina Facebook completa e ricca di informazioni ad un sito internet sempre aggiornato.

Majeeko è la soluzione rapida ed efficiente che fa al caso tuo. Il servizio permette di creare dalla Pagina Facebook di cui sei amministratore, un sito web bello graficamente, professionalmente adatto per la tua attività e soprattutto ottimizzato per l’indicizzazione sui motori di ricerca. Basta un solo click per creare il sito, sincronizzare i contenuti della Pagina Facebook, organizzarli e infine categorizzarli all’interno della struttura web. Nulla di più semplice!

L’algoritmo di Facebook sarà pur cambiato, ma il tuo business ha bisogno di più per crescere e rinnovarsi. Prova Majeeko nella versione gratuita, utilizza il servizio e approfitta delle consulenze gratuite online.

Majeeko.com

Federica Epifani

Pugliese orgogliosa ma da tempo trapiantata a Roma. Dopo aver conseguito la laurea in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d'Impresa ha trovato un faticoso equilibrio in questo nuovo contesto. Sorridente per natura, curiosa per vocazione. Copywriter & Social Media Manager alla ricerca della perfezione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>