blog-img-L-Z

L’alfabeto del nuovo imprenditore – Seconda Parte [M-Z]

Lo startupper ha un linguaggio che lo identifica e lo distingue dall’imprenditore tradizionale. Tutte quelle parole ed espressioni che nelle startup sono così diffuse risultano invece incomprensibili a coloro che, con questo mondo, non hanno nulla a che fare. Majeeko viene incontro proprio a questa fetta di utenti proponendo un glossario con le keywords più utilizzateRiprendiamo l’alfabeto da dove l’abbiamo lasciato nella Prima Parte [A-L].

MMentor. È un imprenditore che ha grande esperienza e che si rende disponibile ad aiutare lo startupper a muovere i primi passi nel modo imprenditoriale, soprattutto in fase di creazione e strutturazione del business plan. 

MMission.  È la guida che l’imprenditore deve seguire per realizzare la sua idea di business. Rappresenta l’identità dell’azienda, il servizio offerto.

NNetworking. Si tratta di una relazione di reciprocità in cui ci si scambiano informazioni, opinioni, contatti e competenze. Per le startup è molto importante riuscire a sviluppare una grande rete di conoscenze in quanto il confronto serve a migliorarsi.

OOutsourcing. È affidare un incarico, un processo o una mansione ad una società esterna specializzata in un’attività al fine di rendere più efficienti i processi, abbattere i costi e risparmiare tempo. 

PPitch (o Elevator Pitch). Un discorso, una comunicazione professionale con cui l’imprenditore presenta la propria startup ad un’altra persona, un investitore o ad un’organizzazione. Deve essere un discorso persuasivo e breve con cui si cerca di catturare l’attenzione dell’interlocutore.

P - Performance. Rendimento ottenuto in un dato periodo di tempo.

PPremature scaling. Il consumo troppo rapido del capitale cercando di far cresce la propria startup, senza aver prima perfezionato il prodotto e selezionato bene il mercato. Può essere causa di chiusura anticipata della società.

RReport. Documento che viene redatto periodicamente dall’azienda al fine di verificare il raggiungimento degli obiettivi e controllare che siano in linea con le aspettative. Il report aiuta a comprendere lo sviluppo del proprio business.

SSplit testing. Chiamato anche A/B testing è la tecnica per testare due variabili in una campagna marketing e identificare quella con il maggior numero di conversioni e quindi più efficiente da utilizzare. 

SStorytelling. È una tecnica narrativa utilizzata per stimolare l’immaginazione e l’interesse di chi ascolta. Una storia che viene raccontata in modo interattivo usando parole, azioni, emozioni, immagini e suoni nelle campagne marketing al fine di essere ascoltato e scelto.

TTarget. È il gruppo di consumatori o di utenti a cui si intende indirizzare le azioni commerciali. Individuare il proprio pubblico permette di massimizzare l’efficacia della comunicazione pubblicitaria evitando sprechi di tempo e di investimento.

VVenture Capital. Si tratta di investitori che forniscono capitali alle giovani imprese dotate di grandi potenzialità di sviluppo. I ventur capital danno valore aggiunto alle società investite con consulenze direzionali e strategiche e a differenza dei Business Angel, effettuano investimenti maggiori e di lunga durata. 

VVision. Rappresenta ciò che l’azienda intende diventare, l’idea dell’imprenditore.

Ora che l’alfabeto del nuovo imprenditore è completo, il linguaggio dello startupper finora indecifrabile, potrebbe risultare comprensibile addirittura a tutti quei genitori ancora confusi sul lavoro dei propri figli, oggi imprenditori di se stessi.
Noi di Majeeko abbiamo voluto trovare una chiave di lettura, probabilmente meno moderna, ma di sicuro accessibile a tutti. 

Majeeko.com

Federica Epifani

Pugliese orgogliosa ma da tempo trapiantata a Roma. Dopo aver conseguito la laurea in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d'Impresa ha trovato un faticoso equilibrio in questo nuovo contesto. Sorridente per natura, curiosa per vocazione. Copywriter & Social Media Manager alla ricerca della perfezione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>