instagram-stories

Come sfruttare le Instagram Stories per la tua attività

Le strade del marketing sono infinite e Mark Zuckerberg lo sa. Così dopo aver comprato Instagram, il social network nato e pensato per diffondere immagini, lo ha trasformato in uno strumento adatto anche a soddisfare le esigenze dei brand.  

Ormai Instagram è entrato, a pieno diritto, nel piano strategico di ciascuna azienda. Se sei un Instagram addict saprai che sul social visual per eccellenza non ci si limita più a caricare qualche foto per suscitare interazioni e conquistare nuovi follower. 

Tante sono le novità che Mr Zuckerberg continua ad annunciare sulla piattaforma. L’algoritmo del social misura e valuta positivamente il tempo di permanenza su un contenuto: più tempo si dedica a un post, più i contenuti dello stesso profilo compariranno nella feed rispetto ad altri. La parola d’ordine quindi è “catturare l’attenzione”. Certo la qualità dei contenuti è fondamentale, come anche gli hashtag utilizzati, ma alla fine ciò che conta davvero è tenere gli occhi dei fan incollati sul proprio profilo. 

Ecco perché Zuckerberg ha pensato di aggiungere alla piattaforma delle applicazioni video, che ovviamente richiedono qualche secondo in più per essere fruiti:

  • Boomerang – crea una sequenza rapida di fotogrammi che con un effetto boomerang vanno avanti e indietro.
  • Rewind – video che si riproducono all’inverso.
  • Hands free – funzione che consente di registrare video senza tenere il pulsante di registrazione premuto.  
  • Superzoom – si tratta di uno zoom ravvicinato accompagnato da una musica di suspence in sottofondo.
  • Stop motion – permette di scattare diverse foto da convertire in un’unica gif animata.

Poi sono arrivate le Instagram Stories. Nonostante le critiche che accusavano Zuckerberg di aver “copiato” la funzione al social americano Snapchat, le stories hanno ricevuto da subito il consenso degli utenti. Per chi non lo sapesse ancora, le Instagram stories sono condivisioni di foto e video che sono visibili solo per 24 ore per poi cancellarsi definitivamente (a meno che l’autore non abbia preventivamente salvato il contenuto sul proprio smartphone).

Alle stories sono stati subito integrati nuovi strumenti creativi per personalizzare i post quali adesivi, filtri facciali, sondaggi, stories live e inserzioni a pagamento. Tutto ciò consente ancor più di catturare lo sguardo e l’attenzione dei follower.

Non tutti sanno però che le Instagram stories possono essere sfruttate anche e soprattutto da profili business. Un terzo delle storie sono create proprio dagli account aziendali che ne hanno compreso le grandi potenzialità. I grandi brand sfruttano già questa applicazione come strumento di marketing e riescono inevitabilmente ad ottenere i risultati sperati. 

 Instagram-Stories-4-Instagram-bedrijfsprofiel-Lincelot

Ecco come utilizzare le Instagram stories in una strategia di marketing: 

  • Presentare i tuoi prodotti

Scatta una foto al prodotto, personalizzala aggiungendo emoticons e colori, inserisci una call to action invitando l’utente a visitare il tuo sito e avere maggiori info e infine pubblica.

 Mettiamo il caso che tu faccia gioielli handmade e la tua collana è pronta per essere venduta. Puoi creare un vero e proprio storytelling o un video tutorial sulla realizzazione di ogni gioiello, dall’ideazione alla produzione, dalle materie prime al prodotto finale. Puoi anche chiedere al tuo pubblico, tramite la funzione “sondaggi”, consigli in fase creativa e quindi sui colori da utilizzare o sui materiali che preferiscono così da realizzare un prodotto che rispecchia i gusti dei tuoi potenziali clienti.

  • Offrire sconti ai fan

Perché non creare promozioni della durata di 24 ore per fidelizzare la tua community? Se ad esempio hai un ristorante, perché non offrire un’offerta ai primi 10 che visualizzano e richiedono lo sconto?

In questo modo otterrai maggiori visualizzazioni e inciterai il cliente a tornare al tuo ristorante e soprattutto farai parlare di te, dentro e fuori i social. Alla prossima promozione last minute forse i coupon sconto scateneranno maggiore competizione tra gli utenti che saranno spinti a tornare spesso sul tuo profilo per accaparrarsi il buono sconto.  

  • Mostrare cosa succede nella tua azienda

Le Instagram stories consentono di umanizzare un brand, avvicinare i fan e sviluppare una relazione con essi. Molte aziende utilizzano questo strumento per mostrare il backstage di un evento, presentare il team, riprendere i preparativi per il lancio di un nuovo prodotto.

Per esempio, se lavori nel mercato fitness puoi riprendere gli spazi, gli istruttori che si allenano o preparano le lezioni e così via.

  • Promuovere nuovi contenuti

Se hai un’agenzia di comunicazione o sei un professionista specializzato in un determinato settore e sei stufo di pubblicare le solite foto su Instagram, puoi utilizzare le stories per mostrare e promuovere i contenuti del tuo blog aziendale.

Stuzzica l’interesse dei lettori con un titolo accattivante, poi aggiungi un’altra storia in cui riassumere l’articolo e incuriosire l’utente e per concludere in bellezza, il link all’articolo per portare traffico al blog.

  • Celebrare con i fan il raggiungimento degli obiettivi

Che sia l’anniversario della tua agenzia o l’apertura di un punto vendita o un traguardo raggiunto dalla tua attività o la pubblicazione di un libro o qualsiasi altro avvenimento che faccia onore al tuo brand, condividi questo momento con i fan che ti hanno sempre sostenuto.

 

Prova anche tu le nuove applicazioni di Instagram, chissà, magari i tuoi utenti apprezzeranno! Se invece utilizzi le stories diversamente faccelo sapere!

 

Majeeko.com

Federica Epifani

Pugliese orgogliosa ma da tempo trapiantata a Roma. Dopo aver conseguito la laurea in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d'Impresa ha trovato un faticoso equilibrio in questo nuovo contesto. Sorridente per natura, curiosa per vocazione. Copywriter & Social Media Manager alla ricerca della perfezione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>