oggetto della mail

Come scrivere l’ oggetto della mail? Aumenta il tasso di apertura in 5 mosse

Quando si parla di newsletter non si può restringere l’argomento esclusivamente alla mail in sé. Bisogna invece considera un elemento che precede il corpo del testo e da cui dipende il tasso di apertura: l’ oggetto della mail.

A volte un libro va giudicato anche e soprattutto dalla copertina. Insomma un titolo poco accattivante e un’immagine poco attraente rischiano di vanificare il lavoro portato a termine. L’oggetto ricopre la stessa funzione delle copertine, ha lo straordinario potere di convincere o meno il mittente ad aprire le mail, che siano di lavoro o personali.

L’oggetto indica sinteticamente (circa 60 caratteri) quello che il destinatario troverà all’interno della posta. La nostra personale esperienza con le e-mail ci dimostra che siamo portati a fare una scelta solo dopo una rapida analisi dell’oggetto. Ma basta leggere davvero così poco per capire il contenuto?
È chiaro che se si ha esperienza nello scrivere un oggetto, si hanno alte probabilità di aumentare il tasso di apertura della posta e quindi di trasformare l’utente in cliente. Dovrai mandare tante mail prima di capire quale oggetto funziona meglio di un altro per i tuoi clienti. 
Una volta compreso il meccanismo vedrai che otterrai risultati migliori. La difficoltà sta tutta nell’utilizzare parole giuste e convincenti.

A volte qualcuno che non dà la corretta importanza all’oggetto commette involontariamente degli errori.

3 errori più comuni

  • Non mettere nessun oggetto. Chi pensa “Se non scrivo nulla non sbaglio” non sa quel che dice, perché non inserire nessuno oggetto è anche peggio che sbagliarlo! Se con un oggetto poco chiaro rischi di non convincere il lettore, la completa assenza ne riduce ogni possibilità.
  • Scrivere il testo all’interno dell’oggetto. L’oggetto non deve contenere più di 6-8 parole figuriamoci tutto il contenuto della mail. Proprio no!
  • Utilizzare l’oggetto in modo poco efficace. Non c’è molto spazio nella riga dell’oggetto, per questo esperti marketers consigliano di utilizzare le parole con parsimonia e con criterio. Evita quindi giri di parole, convenevoli, saluti, ringraziamenti, ma vai dritto al punto, farai un favore a te e anche a chi ti leggerà.

ad-blog-accedi


Quando si scrive una newsletter (Segui il link se vuoi capire come creare un newsletter che funziona), il primo vero scopo è evitare con tutte le proprie capacità e competenze, di finire direttamente nel cestino o nello spam. Il secondo è portare traffico sul sito o sull’e-commerce. Se stai lavorando sulla costruzione di una buona newsletter, ma non ancora sul sito, visita Majeeko. Con un click, prima che tu finisca di leggere questo articolo, avrai già creato il tuo sito responsive, personalizzabile e sempre aggiornato con la Pagina Facebook.
Con questo articolo ti do 5 buoni consigli per rendere l’ oggetto della mail interessante (o semplicemente più efficace di quello che in genere utilizzi). 

#1 COMUNICA URGENZA

Hai tempo fino a … per passare gratis alla versione PRO!
L’offerta scade …

Non hai ancora scaricato il nuovo ebook.

Insomma qualunque sia l’urgenza falla presente prima di tutto nell’ oggetto della mail. In genere le scadenze, le urgenze, le occasioni temporanee spingono l’utente a leggere le mail per non avere spiacevoli sorprese.

 

#2 SUSCITA CURIOSITÀ

Lo sapevi che …
Finalmente ce l’abbiamo fatta!

Questa news ti farà felice!

La curiosità muove il mondo e addirittura può spingere anche le persone più pigre ad aprire la mail e leggerne il contenuto!

 

#3 TRASMETTI UNICITÀ

Per te una fantastica notizia!
[Nuovo articolo] Utile per organizzare il tuo e-commerce
Ti regaliamo il tuo esclusivo coupon per…

Immagina la soddisfazione di ciascun utente se si sentisse speciale e unico per un brand o un’azienda. Fai leva sulla esclusività della mail. Potrebbe esserti utile creare delle mailing list differenti per profilare le tue e-mail in modo ancora più pertinente. (Se sei interessato a questo argomento leggi qui)

 

#4 REGALA OFFERTE IMPERDIBILI

In occasione del… ti regaliamo…
Buon compleanno! Scarta il nostro regalo

[Coupon -25% di sconto] Oggi è un’occasione speciale!

Come detto più volte, è sempre il momento giusto per offrire uno sconto, un regalo, un coupon ai tuoi utenti. L’ oggetto della mail può essere il pacco da scartare prima di giungere alla sorpresa! 

 

#5 INVIA COMUNICAZIONI UTILI E INTERESSANTI

Se hai acquistato… non puoi perderti…
Grandioso! Scopri cosa puoi fare con…
Il primo acquisto è gratuito. Scopri di più!

Non tutte le mail sono spazzatura, ma è anche vero che non tutte le mail contengono perle di saggezza o contenuti universalmente validi. Purtroppo o per fortuna gli utenti sono diversi, con gusti e bisogni altrettanto diversi.

Onde evitare mail di massa che possono essere inutili, ignorate e cestinate, è sempre consigliato puntare sulla qualità piuttosto che sulla quantità.
Il modo corretto per inviare le newsletter è prima di tutto creare delle liste di persone accomunate per interessi, età, acquisti effettuati, ecc. e poi inviare delle mail coerenti (ovviamente con oggetti efficaci per ciascuna fascia di utenti).
Per esempio un 
utente che ha già acquistato un prodotto nel tuo e-commerce non sarà interessato e non leggerà mai una mail con l’oggetto “
30% di sconto sul tuo primo acquisto”.
In questo caso dovrai creare la lista “nuovi utenti” a cui inviare questo tipo di newsletter e coupon. Mentre alla lista “clienti” saranno inviate altre comunicazioni: l’arrivo di prodotti correlati,
 articoli del blog su come utilizzare al meglio il prodotto acquistato, sconti su un altro articolo della linea già acquistata, ecc. 

Quante volte hai rinunciato a scrivere l’ oggetto della mail. Comprendo, ci sono passata anche io! Quel che conta è provare diversi testi e trovare quello che converte di più.
Una mail non serve a niente se non hai un sito web su cui mandare i tuoi lettori. Se il tuo sito è obsoleto, complicato da aggiornare e modificare, visita Majeeko. Basta un click per creare un sito innovativo e già ottimizzato per il motori di ricerca. Prova la versione gratuita, ti aspettiamo!

Federica Epifani

Pugliese orgogliosa ma da tempo trapiantata a Roma. Dopo aver conseguito la laurea in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d'Impresa ha trovato un faticoso equilibrio in questo nuovo contesto. Sorridente per natura, curiosa per vocazione. Copywriter & Social Media Manager alla ricerca della perfezione.

One thought on “Come scrivere l’ oggetto della mail? Aumenta il tasso di apertura in 5 mosse

  1. Hey there I am so thrilled I found your blog page, I
    really found you by mistake, while I was researching on Askjeeve for something else, Anywaуs I am here now and would just
    like to saү thanks for a marvelous ppst and a all round interesting
    blοg (I also love the theme/design), I don’t have time to
    read it all aat the moment but I have ѕaved iit ɑnd also included your RSS feeds, so when I have tine
    I will be back to read much more, Please dߋ keep uρ the awesome work.

    Have a look at mmy websiote – aoox lommeknive (https://www.mindomo.com/)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>