consigli-negozio

Come deve essere il sito di un negozio di abbigliamento?

Avere un sito internet è una necessità più che un lusso e specialmente chi ha un negozio di abbigliamento dovrebbe farne una priorità. Ma, nello specifico, come deve essere il sito e cosa non deve assolutamente mancare?

Partiamo col dire che avere un sito web aiuta a farsi conoscere da utenti locali e non, a raggiungere clienti già fidelizzati e da quelli potenzialmente interessati e ovviamente, se utilizzato nel modo giusto aumenta i volumi di vendita. Raggiungere questi obiettivi però richiede di sicuro delle accortezze.

Quindi ecco secondo noi, cosa effettivamente può fare la differenza in un sito web di abbigliamento.

1. Geolocalizzazione su Google Maps

Sempre più, diventa fondamentale per le attività commerciali comparire tra i primi risultati nelle ricerche effettuate da mobile. La geolocalizzazione consente di catturare tutti quei potenziali clienti che al momento della ricerca si trovano nelle vicinanze del tuo negozio. È importante perciò inserire il proprio negozio su Google Maps, come? Ne avevamo già parlato in un precedente articolo e ti assicuriamo che non è un’operazione complessa né costosa.

2. Modulo e-commerce

Una sezione che non può di certo mancare è l’e-commerce. Sempre più le decisioni d’acquisto dei clienti vengono influenzate sul web e dal web, specialmente quando si parla di moda e styling e questo, la generazione always on connessa sempre o ovunque, lo sa benissimo. L’e-commerce è di fondamentale importanza infatti per catturare il cliente affetto da “shopping compulsivo”.
Non basta però creare un sito e-commerce per raggiungere le vendite sperate e il successo online. Lo shop online richiede un lavoro certosino: foto di qualità, descrizioni approfondite dei capi d’abbigliamento (tessuti utilizzati, varietà di colori e taglie, ecc. ) e la giusta categorizzazione dei prodotti (suddivisione per genere, età, stagione, occasione, ecc.). Inoltre, c
ome nel tuo negozio, anche nel tuo e-commerce i prezzi devono essere sempre ben in vista, ricordati di inserire la disponibilità di ogni singolo indumento e gli eventuali costi di spedizione. Tutte queste accortezze renderanno la ricerca dell’utente più veloce e semplice ed eviteranno spiacevoli abbandoni al momento dell’acquisto.

3. Foto di alta qualità

Se segui il nostro blog ormai l’avrai capito, le foto di qualità sono una prerogativa di tutti i siti internet tanto da poter influenzare le decisioni d’acquisto. Noi consigliamo sempre di rivolgersi a professionisti che sanno come mettere in risalto i prodotti e renderli più appetibili agli occhi dell’utente.
Inutile dire che le foto, per il tuo settore, fanno davvero la differenza. Mentre nel punto vendita un cliente può decidere di acquistare valutando la qualità del tessuto, il comfort dell’abito e la sua vestibilità, sul sito la scelta è influenzata unicamente dalle foto. Quindi dai risalto ai tuoi capi con foto che ne valorizzano i tessuti, i colori, i modelli e rendili unici.
A tal proposito il nostro consiglio è di aggiornare costantemente i tuoi album fotografici mettendo sempre in risalto i prodotti più vendibili (Nuovi arrivi, prodotti in esaurimento, capi in saldo, ecc…).

 

siti-negozio

Due esempi di Negozio che hanno messo in pratica i nostri consigli.

www.mama-kenya.comwww.camdentownvintage.com

 

 4. Canali Social

Chiaramente i bottoni social aumentano il traffico verso il tuo sito, favoriscono la visibilità del brand e fidelizzano gli utenti. Come? Ad esempio puoi sfruttare i tuoi profili attivi per mostrare la vasta gamma di prodotti che offri e capire quali possono avere maggior successo. Molto utili per il tuo settore sono Pinterest e Instagram, i visual social network per eccellenza e Facebook ovviamente, da sempre il social imbattibile quanto a visite. Pubblica una foto al giorno e sfrutta il weekend per mostrare combinazioni e abbinamenti dei tuoi prodotti, così da invogliare e stimolare più acquisti.
Creando “movimento” sui tuoi profili, saranno i fan a sponsorizzare il tuo brand tramite like, condivisioni e passaparola.
Oltre a sfruttare i canali social per la pubblicità gratuita, se utilizzati per fare Social Customer Care permettono di avvicinarti agli utenti, risolvere subito eventuali dubbi e rispondere a curiosità. 

5. Utilizzare la newsletter

Inserisci all’interno del sito un form di contatto e la registrazione alla newsletter. Tramite le newsletter puoi fare una comunicazione mirata ai potenziali clienti e fidelizzare quelli ancora incerti. Sfrutta le newsletter per dare informazioni aziendali su news inerenti il punto vendita (l’inizio del periodo si saldi, cambio orari di apertura e chiusura, giornate festive, ecc) o aggiornamenti sul sito web.
Le operazioni di email marketing possono essere utilizzate anche, e soprattutto, per scopi commerciali (comunicazioni di eventuali sconti, l’arrivo di prodotti particolari, registrazione ad un evento in programma, ecc.).
Qualunque sia il tuo messaggio, sfrutta questo canale almeno per la cerchia di clienti che sono interessati alla tua attività e che di sicuro torneranno ad acquistare.

6. Sfruttare le buone testimonianze

Offri ai tuoi utenti delle valide testimonianze, dei commenti e dei feedback sul tuo brand e mettile bene in evidenza sul sito. Potrebbe succedere che arrivi sul tuo sito un cliente potenzialmente interessato ma molto titubante, cosa o chi potrebbe fargli cambiare idea se non un cliente soddisfatto? La soddisfazione di un cliente è sempre più condizionata dalla soddisfazione di altri clienti.
Le valutazioni di altri utenti sono quasi sempre una rassicurazione per l’utente e una carta vincente per te. Se ci pensi bene, siamo tutti influenzati dalle recensioni (che sia di un b&b, di un ristorante, di un’app… ) quindi offri anche tu un motivo in più per acquistare presso il tuo negozio. 

7. Creare eventi ad hoc

Tante iniziative innovative avvengono sul web e tramite i social, ma spesso i “rapporti umani” possono essere più efficaci. Il tuo punto vendita è il luogo ideale per accogliere i tuoi clienti e instaurare con loro un legame profondo. Le iniziative organizzate ad hoc faranno parlare di te prima, durante e dopo l’evento, aumentano l’affluenza presso il tuo negozio e fidelizzano i clienti. Quindi, perché non sfruttare questa leva?
Mantieni sempre aggiornata la pagina Eventi del tuo sito (con Majeeko basterà pubblicare sulla Pagina Facebook per sincronizzare l’evento in programma). Stabilisci l’obiettivo che vuoi raggiungere (Aumentare le vendite, rafforzare i rapporti, mostrare i nuovi arrivi, ecc.) e di conseguenza pensa come strutturare l’intera iniziativa. Ricordati che la sponsorizzazione dell’evento, sia online (sui social e sul sito) che offline (volantini e cartellonistica) deve partire almeno un mese prima; la gente deve saperlo in tempo.
Durante l’evento parla con i partecipanti, lascia loro dei coupon sconto creati appositamente, fatti lasciare dei feedback (Anche quelli negativi ti aiuteranno a migliorare), metti in mostra la tua nuova collezione e soprattutto immortala i momenti migliori della serata con degli scatti. Vedrai, gli eventi non solo fanno divertire i clienti, ma li avvicinano al tuo negozio e ai tuoi prodotti.

 

Sono tante le opportunità che hai, sia online che offline, per mostrare i tuoi prodotti, devi solo trovare la strategia migliore. Noi ti abbiamo dato alcuni spunti, ora tocca a te metterli in pratica. Buon lavoro!

 

Majeeko.com

Federica Epifani

Pugliese orgogliosa ma da tempo trapiantata a Roma. Dopo aver conseguito la laurea in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d'Impresa ha trovato un faticoso equilibrio in questo nuovo contesto. Sorridente per natura, curiosa per vocazione. Copywriter & Social Media Manager alla ricerca della perfezione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>